giovedì 3 settembre 2009

BloodArt




Bukowski o Baudelaire?
Dio, non so chi scegliere.
Datemi un pugnale
e dipingerò la vita
datemi una rosa
e dipingerò la bellezza.
Voglio dormire
ma guardo i miei rottami
la mia pelle è livida
sangue sulla maglia
e nei miei occhi.
Il colore dell'iride non si può modificare
e neanche ciò che la retina percepisce.
Il colore del fiore è il risultato di addizioni
e il risultato è ciò che conta.
Di notte sogno pagine stampate
e il prodotto della giornata sono parole.
Piango lacrime calde
bruciano tessuti lacerati.
Bukowski o Baudelaire?
La lettera B è bellissima.
Oggi all'angolo ho incrociato la Morte
e ancora una volta mi sono inchinata
e sono fuggita via.


2 commenti:

sfumarel'orizzonte ha detto...

ripresa baustelliana di beethoven o chopin,vero?

smile.

Flow ha detto...

Credo di sì, l'ho scritta qualche tempo dopo aver scoperto quella canzone... Non so quanto abbia influito sul mio subconscio.